una carezza

Certi gesti sono carichi di una umanità straripante e meravigliosa. Uno di questi è quello della carezza. Gesto talmente intimo e caldo che non richiede spiegazioni o descrizioni: quando ne ricevi una, cogli tutto la vicinanza, l’affetto e la stima della persona senza bisogno di dire nulla. Parla da sé con la sua irrompente chiarezza e la sua dolcissima espressività. La forza di una mano (che altre volte sa essere anche pugno) si avvicina mite e benedetta al volto di una persona, come a “toccare” qualcosa di prezioso, a custodire un bene impagabile, per dire una vicinanza pelle a pelle che nessuna parola può verbalizzare e nessuna lingua esprimere.

Lo sfiorare con la mano è gesto amicale, paterno, intimo, gesto che rivolgiamo a qualcuno che sappiamo capace di accogliere questa benedetta invasione del proprio spazio, che non teme di essere avvicinato e toccato. Il gesto della carezza dice la volontà di non possedere, di non impossessarsi dell’altro, di non afferrarlo con mano violenta: esso infatti è segno di intimità ma anche di radicale diversità. Ti accarezzo, mi avvicino a te, ma nello stesso tempo non posso possederti, ma solo sfiorarti: onoro il tuo volto nella consapevolezza che non lo posso trattenere o manipolare. Tu mi sei vicino ma resti altro da me, Mistero irripetibile e irraggiungibile. La carezza dice tutto questo: calore dei corpi, carnalità dell’amore, senso della distanza, trascendenza dell’alterità.

Questo gesto così feriale custodisce in sé il riverbero della Tenerezza dalla Vita. Papa Francesco, con la sua consueta profonda semplicità ci ricorda: “Riusciamo a pensare Dio come la carezza che ci tiene in vita, prima della quale non c’è nulla? Una carezza dalla quale niente, neppure la morte, ci può distaccare? Oppure lo pensiamo soltanto come il grande Essere, l’Onnipotente che ha fatto ogni cosa, il Giudice che controlla ogni azione? Tutto vero, naturalmente. Ma solo quando Dio è l’affetto di tutti i nostri affetti, il significato di queste parole diventa pieno.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...