certi giorni…

Ci sono giorni no, giorni che preferiresti restare a letto a dormire, giorni in cui ti costa una grande fatica muovere un passo o occuparti delle solite cose; sono quelle giornate che vorresti cancellare del calendario o fare in modo che possano finire in fretta.

Vivi come un ingombro la presenza degli altri, di volti generalmente amichevoli e familiari ma divenuti tutto d’un tratto ostili e fastidiosi. Ogni difficoltà diviene insormontabile, ogni imprevisto un dramma, ogni inconveniente una tragedia. A volte la colpa è di un malessere fisico, altre di una luna storta o di un ambiente poco ospitale…resta il fatto che sono giornate che richiedono il triplo della fatica solita, un extra impegno di autocontrollo e la necessità di attingere abbondantemente alle proprie risorse di senso.

Questi giorni capitano senza un perché, come delle maledizioni o dei bocconi amari da ingoiare. Sono giornate da lasciar andare, da prendere così senza motivo, in cui abbassare le attese e pretese di performance; sono giornate in cui toccare con mano l’aspetto onerose della vita… giornate che fortunatamente passano, come tutto passa, da salutare di buon grado al loro termine e di cui non provare nostalgia,

Tuttavia mi accorgo che questi giorni ti sanno regalare il gusto di essere arrivato “integro” alla sera, soddisfatto che, nonostante tutto, hai fatto il tuo dovere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...