compassione

Guardando la televisione in questi giorni, mi interrogo spesso su come la nostra sensibilità ed il nostro sdegno siano “orientati” (per usare un eufemismo) dai media. Ascoltiamo notizie di stragi in Siria, Burkina Faso ed Indonesia senza che ne siamo particolarmente scossi. Notizie da terza pagina, senza troppa enfasi o partecipazione. Solo in questi giorni la TV ha dato la notizia di trecento morti in Siria (la maggior parte donne e bambini); una strage inaccettabile, se non continuassimo ad accettare senza troppa fatica, certo inconsciamente, che alcune vite valgono meno solo perché appartengono ad un mondo che non è il nostro. Mi sorprende come la nostra ragione moderna possa accettare una così evidente “ingiustizia dei sentimenti”. In base a quale legge ci convinciamo, o accettiamo per vero, che un cittadino francese valga più di uno siriano? Come possiamo tollerare che il pianto di una madre abbia una consistenza diversa a seconda che si sia a Parigi o a Damasco? Dove ci ha condotto la nostra modernità se ha anestetizzato le nostre coscienze a tal punto che il dramma del fratello ci appare così indifferente? Dove abbiamo messo il nobile principio di “egalitè” che più di due secoli fa suggellò la nascita dell’Europa illuminista e dei diritti dell’uomo?

Posso capire che certi conflitti siano di difficilissima soluzione e che la candida politica dei cuori si debba scontrare con la ruvida e cinica politica degli stati… Mi addolora, tuttavia, vedere questo scandalo del sentimento negato, e rivendico, per quanto mi riguarda, il diritto di ogni persona a ricevere uguale compatimento e pietà. Sogno un giorno in cui potremo invocare una nuova globalizzazione della compassione.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...