silenzi

Amo quei pochi di momenti di silenzio che la giornata mi concede: dopo un lungo parlare, parole dette e sprecate, è bello poter ascoltare il silenzio, nessun suono, in compagnia di se stesso, in contatto più diretto con la propria interiorità. Amo questi momenti perché non li sento in contrapposizione alle tante parole dette e ascoltate ma essi sanno rendere quelle parole più vere e meno superficiali. Si, il silenzio non è l’assenza della parola, ma la sua condizione di possibilità, l’elemento senza il quale non si da parola alcuna. La parola è possibile perché vi è un silenzio che la invoca e la propizia; la parola, in un certo quel senso, nasce in quello spazio che il silenzio le ha concesso. La ritrazione della MIA parola nel silenzio è invito e possibilità della TUA parola. Il silenzio è quel luogo in cui facciamo spazio a noi stessi e agli altri, in cui concediamo la possibilità di darsi di una parola altra, l’emergere di un’altra voce e con lei il disvelarsi di un altro volto.

Vi sono però silenzi insani, che talvolta urlano più di tante parole, e con molta più prepotenza. E’ il caso di chi usa il silenzio con tratto manipolatorio e prevaricante: questi ci costringe ad una attesa sottomessa alla parola altrui, usata come arma di dominio e di controllo.  C’è poi il silenzio usato come ritorsione: si toglie la parola e con essa anche il riconoscimento. Non ti parlo perché non voglio onorare la tua presenza; perché ti voglio privare del bene più prezioso che abbiamo tra noi, ossia il nostro reciproco accoglierci. Il silenzio è un’arma potente, sempre docile e mansueta a qualunque uso ed intento.

Se la parola è il luogo della emersione della identità personale, il silenzio è la possibilità che ci è data di custodire questa parola, di farla crescere, di lasciare che possa portare frutto; il silenzio è l’humus in cui la parola sviluppa la sua forza creatrice in modo tale che la sua eco possa giungere fino al midollo delle Vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...