come saggi giardinieri…

Più uno vive una vita PER gli altri, una esistenza sanamente sbilanciata ed esposta verso l’altro, più uno sperimenta la necessità di prendersi cura di se stesso, di custodire la propria persona e vigilare sulla propria identità. Parrà strano ma è una severa legge della vita: la bilancia tra “dentro” e “fuori”, tra donazione e custodia, tra estroversione ed introversione deve sempre essere tenuta in equilibrio, pena la perdita di noi stessi ed una povertà interiore.

Chi vive fortemente questo desiderio e tensione verso l’altro accoglie con una certa diffidenza e resistenza questa cruda verità: talvolta entra in gioco il senso di colpa, altre volte l’incuria o la rimozione del problema. Eppure chi attraversato qualche periodo di “burned-out”, di esaurimento o svuotamento, riconosce quanto questa legge della vita si applichi con implacabile severità.

In fondo penso che ciascuno di noi sia un po’ come un giardino fiorito che offre riparo alle persone che incontra, garantisce ospitalità all’ombra delle proprie fronde, sollievo dalla calura del giorno, riposo nei momenti di fatica e consolazione nei periodi di sofferenza. Il giardino in cui diamo ospitalità al fratello è la nostra interiorità, la nostra sensibilità ed i nostri affetti. Come ogni buon giardiniere sa, il giardino della nostra vita deve essere curato, mondato, seminato e irrigato. Questo giardino va anche difeso dagli animali selvaggi che vi entrano per devastarlo e dai ladri che, scavalcando il recinto, vi fanno razzia.

La cura del nostro giardino è quanto di più prezioso e vitalmente necessario possiamo fare. Dio solo sa la gioia che abbiamo provato nella nostra vita, quando in una giornata dura e faticosa, abbiamo riposato all’ombra dell’amicizia e dell’affetto altrui, sostando nel suo giardino, riprendendo fiato, godendo della bellezza e dell’accoglienza che quel guardino ci ha regalato. Quanto sarebbe bello, ogni tanto, poter restituire, anche solo in parte, questa benedetta ospitalità.

Vedi anche pollice verde

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...