Aletheia

Alcune comunicazioni sono uno scambio di vita; vi è un parlare che non è un banale fluire di parole ma condivisione attiva di esperienze e vissuti. Vi è un raccontare che è capace di superare il puro aspetto fisico e sonoro e sa diventare apertura dell’intimità, manifestazione di sé, espressione della interiorità.

Nel nostro linguaggio ci scambiamo sempre delle informazioni, dei contenuti e dei dati. Altre volte questa nostra comunicazione sale di livello, assume un altro spessore, acquista una consistenza nettamente differente. Le parole, in questi attimi, aprono al Mistero, sono spiragli della vita dell’altro che ci vengono donati come inestimabili gorgogli dell’esistenza. L’altro ci si offre nella sua vulnerabile nudità, nella sua calda carnalità e nella sua fragile interiorità. Queste divine comunicazioni sono comunioni di vite, scambi ancestrali dei vissuti. Percepisci che c’è un “di più”, vi è la sensazione che la parola ti conduce su un terreno sacro, nel quale l’altro e l’Altro si manifestano con irripetibile vitalità.

Sono momenti epifanici duranti i quali, come in ogni esperienza di sacralità, sei avvolto dal una nube luminosa, una coltre che, nascondendo il volto dell’altro, quasi per un pudico sentimento di custodia, ce lo offre con straordinaria verità ed intensità. Sono attimi in cui davvero la realtà delle cose diventa Aletheia, ossia misterioso s-velamento: uno svelarsi che è togliere il velo e allo stesso tempo è un ri-velare nuovamente, un movimento di esposizione e ritrazione che sa di sacro.

Questi straordinari e rari momenti della vita sono spesso sugellati dal dono delle lacrime, dall’esperienza del pianto a motivo di una parola detta o ascoltata. Queste lacrime non solo il segno di una comprensibile commozione dei sentimenti; esse, molto di più, sono il sigillo che la Vita pone nella Carne, sono il bacio che il Mistero dell’essere dona alle nostre povere esistenze.

Le lacrime ci dicono, carnalmente, che qualcosa di grande sta accadendo, che il Mistero Profondo della Vita è ‘qui’ ed ‘ora’ e che la nostra persona, spirito, anima e corpo è immersa nel fluire divino dell’Amore.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...