scalzi

Mi affascina l’immagine che Francesco ha usato parlando alla CEI, chiedendo ai sacerdoti di camminare scalzi… è una sollecitazione che penso sia buona per ogni persona, per ogni uomo che, appunto, “calpesta” questa terra. Camminare scalzi…

Essere scalzi richiama anzitutto una dimensione ed uno stile di essenzialità: il cammino scalzo è proprio di chi procede senza pesi e fronzoli, senza denaro, bisaccia né doppia tunica (se vogliamo usare una immagine evangelica). È rinuncia a quanto appare superfluo, accessorio e, in qualche modo, ingombrante. È la scelta di viaggiare leggeri, portando solo ciò che è realmente indispensabile e utile al cammino. Trovo affascinante questo stile del pellegrino, forse perché lo trovo arduo da praticare nella mia vita.

Ma c’è una seconda dimensione che è implicata dal piede scalzo: essa si riferisce a colui che riconosce la sacralità della terra che calpesta e proprio in nome di tale riconoscimento, toglie i calzari. Camminare scalzo nasce dalla percezione che la sabbia che calpestiamo è “santa”, ossia abitata da un Mistero Trascendente. L’uomo scalzo è colui che “è chiamato a prendere sul serio la terra, l’adamah e l’Adam, l’essere umano che dalla terra è tratto: a mostrarsi prossimo e sollecito verso le fragilità di ciascuno, verso lo smarrimento di senso, verso il bisogno vitale di comunità che permea il nostro tempo “povero di amicizia”. Ne conseguirà uno stile di vita concreto, sobrio e povero, spogliato dei beni non essenziali, ricondotto all’unica cosa necessaria, il vangelo, la buona notizia della vita più forte della morte.” (E. Bianchi).

La capacità di camminare scalzi appartiene a chi sa davvero guardare lontano, non solo oltre gli avvallamenti e le salite, ma anche oltre il tempo; cammina scalzo chi ha scoperto davvero un perla per la quale vale la pena di abbandonare ogni inutile appesantimento e così poter godere della sua Presenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...