due uomini ed un asino

Un mio professore del liceo, un uomo sagace e molto affezionato alla propria libertà interiore, raccontava spesso questa storiella, per rispondere alle critiche che talvolta riceveva:

C’era una volta un vecchio mugnaio, padre d’un figlioletto sui quindici anni o giù di lì.
Essi un giorno decisero di andare al mercato a vendere un loro somarello, e perché fosse fresco e si potesse vendere a prezzo più alto, decisero di portarlo legato ad un asta, come si fa con gli agnelli. La gente che incontravano rideva di quella scena “Oh che cosa buffa ! Due uomini che portano un asino ! Dei tre la più gran bestia non è quella che sembra”.
Il vecchio, persuaso dal dire di quei passanti, drizza la bestia in piedi e se la caccia avanti. Monta il fanciullo sull’asino e vanno oltre un pezzetto, quand’ecco tre mercanti gridare con dispetto “È bello che tu vada sull’asino e che al passo cammini un vecchierello?”
Il mugnaio allora fa scendere il ragazzo, monta al suo posto, e avanti. Quand’ecco tre ragazze dire “ Che padre snaturato ! Lui in groppa all’asino ed il figlio a piedi nella polvere!” 
Il mugnaio allora fa salire in groppa all’asino anche il figlio, ma non possa molto che altri passanti dicono “ Ma si può ! Devono venderlo o accopparlo quell’asino? Se dura un po’, dell’asino non resterà che il cuoio…”
Allora padre e figlio smontano dalla sella entrambi e lasciano l’asino camminare da solo liberamente. Ma i commenti dei passanti non mancano “Oh che cosa stravagante, due uomini che vanno a piedi e e un asino che va in carrozza! Oh che bel terzetto d’asini!”“
Allora disse il mugnaio “Asino son io che do retta alla gente. Ma d’ora in poi farò di testa mia!”. Giunsero al mercato e vendettero l’asino ad un buon prezzo.

Morale della storia: qualunque cosa tu faccia ci sarà sempre qualcuno che ti dirà che poteva essere fatta diversamente, meglio, con più impegno… e tutto questo a prescindere da ciò che avrai fatto . Chiunque “fa” è esposto al rischio della critica, del biasimo e della lamentazione. Questo vale in ogni ambito della vita: da quello personale a quello professionale, da quello politico a quello sociale.

Troverai sempre qualcuno pronto a dirti che la cosa poteva essere fatta in altro modo, che hai sbagliato, che non sei stato all’altezza. Talvolta occorre un po’ di sana sordità per non farsi distrarre da critiche inutili e preconcette, da parole volutamente ostili ed inconcludenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...