Giacomo

Ho sempre provato un particolare affetto per Giacomo, già da quando era piccolo e lo vedevo crescere. Mi sono sempre chiesto da cosa derivasse questa speciale predilezione ma onestamente, dopo tanti anni, non saprei ancora rispondere. Di certo non nasce da una identificazione reciproca, che, a dire il vero, non c’è mai stata: la cosa bella e, per me, consolante, è che Giacomo è sempre cresciuto secondo un proprio progetto di vita, con un suo stile piuttosto unico e particolare, di certo non scimmiottando la mia visione della vita. Tant’è che anche adesso, che ormai siamo persone cresciute, si direbbe che non ci sono punti speciali di contatto, interessi condivisi o comuni passioni… se non quel speciale affetto che mi lega lui, che me lo fa sentire vicino, familiare, direi addirittura intimo.

Penso che si tratti di una di quelle affinità elettive che ti capitano nella vita, quelle speciali sintonie che si creano apparentemente senza ragione o motivo ma che, ciononostante, percepisci come forti, radicali e vitali. La vita ti può condurre su molte strade diverse, su sentieri divergenti, rischi anche ti perderti di vista per molto tempo, ma quel legame resta più forte di tutto… è come se la vita ti avesse donato la capacità di “sentire l’odore” dell’altro e di riconoscerlo tra la gente e attraverso il tempo. Sì, percepisci una sorta di “riconoscimento a pelle”, di simpatia spontanea…

Ne ha fatta Giacomo di strada, è molto cresciuto in tutti questi anni: l’ho visto ragazzino spavaldo, adolescente inquieto e taciturno, giovane dinamico e indipendente, ed ora uomo equilibrato e maturo, un professionista affermato ed apprezzato, una di quelle persone che “ti danno da pensare”, che hanno un punto di vista originale sulle cose e sulla vita, mai banale o accomodante.

A ben pensarci, la cosa che mi affascina di lui è quello sguardo “ruvido” sulla realtà: non è cinismo o disillusione, piuttosto una percezione cruda delle cose, la capacità di guardare in faccia alle situazioni in modo diretto, franco e senza troppi giri di parole. Insomma il nero è nero, e Giacomo non sente il bisogno di attenuare la fredda realtà delle cose per mitigare il suo possibile impatto sui sensi…. Ho sempre trovato affascinate questa sua “spavalderia”, questo coraggio di guardare alla realtà anche nel suo aspetto meno piacevole.

A dispetto del suo dinamismo e della sua determinazione “esterna”, Giacomo è uno che ha bisogno dei suoi tempi per le cose che riguardano la sua vita interiore e le scelte dell’esistenza: non è uno che si butta, che si lancia, che getta il cuore oltre l’ostacolo. Piuttosto sembra uno di quei marinai che pensano e ragionano sulla rotta, sentono il vento, verificano le correnti, studiano le carte e scrutano l’orizzonte e solo allora si decidono per il viaggio. Non ho mai capito se questa sua bella “lentezza” interiore fosse insicurezza o prudenza, incertezza o cautela.

Sta di fatto che quando parli con Giacomo percepisci che il passo lento e costante della sua interiorità richiede rispetto e cura, pazienza e attesa. Sei certo che ci arriverà, che raggiungerà la meta, sul suo percorso ci sono segni evidenti che infondono fiducia; tuttavia sai che il tutto avverrà secondo “i suoi tempi”, con gradualità, dopo che avrà messo un piede avanti, si sarà accertato che il terreno sotto regge e solo allora muoverà il secondo piede per procedere in avanti.  Sì, perché ho la certezza che Giacomo raggiungerà le sue mete, diverrà l’uomo che vuole essere, compirà la sua bella umanità ricca di mille sfaccettature. Ne sono convinto, ha tutte le carte in regola per farlo…

Percepisci chiaramente che c’è un cantiere aperto nella sua esistenza, ci sono “lavori in corso”; sempre nel suo stile, questo cantiere non fa rumore, non si impone, resta un po’ sotto traccia, con un basso profilo, ma c’è, procede, giorno dopo giorno, scelta dopo scelta.

Onestamente non vedo l’ora di ammirare l’opera compiuta. Ma so che questo richiederà tempo… il suo tempo…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...