accoglienze

Talvolta la vita ci chiede di essere una terra accogliente per le persone che vivono con noi, come due braccia pronte ad accogliere e consolare, ascoltare e motivare. In alcune circostanze questa accoglienza si fa fisica e concreta: qualcuno bussa alla porta di casa tua e diventa tuo ospite.

Il più delle volte è una accoglienza esistenziale quella che sei chiamato a vivere: qualcuno bussa alla porta della tua vita e chiede di essere fatto entrare, come una mendicante dell’esistenza, come un pellegrino in cerca di rifugio, per gustare un po’ di calore in casa e di salutare amicizia. Questo appello all’accoglienza non è qualcosa che hai preparato o organizzato:  arriva un po’ così, in una pausa di lavoro, durante un caffè preso insieme, in una cena tra amici o in un colpo di telefono. Sono piccoli appelli che nascono tra il fluire delle ore, come improvvisi sussulti della vita.

Non è che poi tu abbia molto da offrire, non hai cibi deliziosi da condividere, se non quel pane quotidiano che è necessario per tirare avanti. Offri un sorriso di benvenuto, due braccia spalancate che dicono apertura, due orecchie disponibili all’ascolto ed un cuore capace di compassione… Poco di più. Il mistero dell’incontro sta tutto qui, non servono grandi discorsi o proclami, prediche o insegnamenti. Nulla di tutto questo.

Generalmente il viandante cerca solo un po’ di riparo e la possibilità di prendere fiato nel cammino della vita. Cerca consolazione per una ferita subita o più semplicemente un tocco fraterno dopo un brutto momento. In fondo cerca solo un essere umano capace di accoglierlo come essere umano, disponibile a dire “sono qui”, “sono con te”, “non sei solo”.

La cosa straordinaria è che quando sai vivere in profondità questi attimi, questi incontri si trasformano in splendide benedizioni sia per l’ospitante che per l’ospitato. Senza volerlo questi momenti parlano alla tua vita e ti dicono: “tu sei una persona benedetta”, “tu porti dentro un grande valore”. Tali attimi sussurrano: “ti porto con me nel mio cuore e nella mia vita”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...