generare processi

È affascinante il pensiero di papa Francesco quando dice che “il tempo è superiore allo spazio”: nelle sue intenzioni questa frase vorrebbe significare (per quanto ho capito io) che la cosa importante è la possibilità di generare processi, di attivare cambiamenti, più che presidiare un territorio o difendere il proprio spazio..già.. la bellezza di poter attivare processi…

Mi è successo qualche volta, molto raramente ad essere sincero, di assistere, o meglio di aver contribuito, alla generazione di un processo: di essere stato protagonista di una esperienza che nasceva, che si strutturava, prendeva corpo e forma e che, nel tempo, diveniva qualcosa di permanente ed autonomo, a punto tale che essa ha assunto una propria fisionomia ed indipendenza.

È un po’ come quando insegni a qualcuno ad andare in bicicletta: che soddisfazione, dopo molto spinte, molte corse e tanta fatica, vedere che la persona pedala da sé, procede da sola, non ha più bisogno del tuo aiuto o del tuo supporto. Eri necessario e sei diventato inutile; la tua indispensabilità si è tramutata in una presenza di contorno e, in qualche modo, irrilevante. In realtà, un qualche ruolo lo puoi giocare ancora durante le prime pedalate: ti accerti che la persona non cada, lo accompagni e gli dai consigli ma, ahimè, una volta preso il ritmo, la tua presenza non serve più a nulla.

Così potrebbe essere con i processi che contribuiamo a far nascere: nati dalla nostra passione, dal nostro entusiasmo e dalla nostra intuizione, questi cambiamenti, queste progettualità creative vivono di vita propria, si sganciano dalla mano che li ha creati, si rendono autonomi rispetto a coloro che li avevano iniziati, senza per questo tradire le finalità e lo stile con il quale erano nati.

La cosa può ferire un po’ il nostro narcisismo infantile: il “nostro giocattolo” ci viene tolto dalle mani e dato a qualcun altro. Tuttavia, quale gioia nel veder che una nostra intuizione è capace di reggere il peso del tempo e diventare qualcosa di “resistente”! Quale soddisfazione nel costatare che altri si sono sentiti coinvolti da un progetto che aveva mosso inizialmente solo i nostri entusiasmi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...