la custodia

“Virginia ha realizzato una custodia per la sua macchinetta fotografica. Ha preso una scatola di cartone tipo quella delle scarpe ma più stretta, l’ha riempita di cartine appallottolate, vi ha adagiato dentro la macchinetta e l’ha chiusa col coperchio. Poi ha rivestito l’esterno con della carta da regalo colorata, sigillando i bordi con lo scotch, proprio come fosse un pacco di Natale.

Quando è venuta mostrarmela tutta fiera le ho fatto notare che, forse, come custodia non era molto pratica, visto che ogni volta, per estrarre la macchinetta, avrebbe dovuto togliere lo scotch, sfilare la carta da regalo, aprire il coperchio, farsi largo fra le cartine appallottolate. Virginia mi ha guardato come fossi scemo e mi ha detto: “E allora? Ci impiegherò solo un po’ di più ad aprirla, ma almeno è bellissima!”

A me, lì per lì, lo confesso, è venuto da ridere. Poi invece ci ho pensato un po’ su e sono giunto alla conclusione, ma tipo che in questo momento sono proprio sicuro sicuro, che senza saperlo mia figlia mi abbia ricordato una lezione fondamentale: la bellezza non è facile mai. E se non la scegli solo perché magari ci vuole più tempo ad aprirla, o a raggiungerla, tutto il tempo che risparmierai evitandola non sarà mai una vittoria, ma la più clamorosa delle sconfitte.”

(tratto da: Matteo Bussola, Notti in bianco, baci a colazione, Einaudi 2016)

Post scriptum: incredibilmente divertente e straordinariamente profondo. Un libro ironico e struggente sulla magia di essere padri. Da leggere!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...