Daryna e gli abbracci

Daryna è una bimba davvero molto dolce ed affettuosa. Si è immediatamente inserita nel tram tram familiare come se avesse abitato in questa casa da sempre.

Come sempre le note che avevamo ricevuto sulla sua persona prima del suo arrivo si sono rivelate un poco “esagerate”… Daryna divora di tutto, è molto curiosa con qualunque cibo e non disdegna un buon piatto italiano di pasta, riso, carne o pesce. Anche la verdura, che pareva essere il suo punto debole, se la ingurgita con passione ed appetito..

Per il resto è una bambina come una qualsiasi che potresti trovare in una classe di una scuola italiana: ama i cartoni (le Winxi, come le chiama lei… devono essere le cugine russe delle Winx), i trucchi (alla mattina l’attività di trucco e parrucco prende minuti interminabili), ha un suo diario su cui ha appiccicato una costellazione di adesivi delle Winxi, una vasta gamma di cerchietti e mollette per i capelli che sceglie con cura in base al vestito ed una profonda passione per le unghie pitturate… insomma, mi pare tutto nelle norma. Talvolta, come una sua qualunque collega nostrana, fa un po’ di capricci, generalmente perché soffre i nostri ritmi un po’ convulsi delle mattine lavorative: vorrebbe più tempo per la vestizione ma si sa, il treno non aspetta….

A cena, avendo pochi argomenti di cui discutere (per ovvie ragioni) vengo messo sotto interrogatorio su numeri e colori con una severità che manco una professoressa del ginnasio… inizio: adin, dva, tris, citer, piat e poi mi fermo… (tutte le sere)… allora è buffo vedere come gesticola muovendo la mano come ad invitarmi a continuare nella numerazione superando lo scoglio del cinque… chissà se prima che riparta riuscirò a darle questa soddisfazione…Poi si passa ai colori: il mio preferito è “galluboi” che significa azzurro… anche qui l’esame non dà grandi risultati…

Una cosa Daryna la fa “alla bielorussa”: sono gli abbracci. Ama molto abbracciare, sarà che con il linguaggio non trova molte soddisfazioni… quando mi sveglio alla mattina o ritorno alla sera mi accoglie con un sorriso luminoso ed accogliente e mi abbraccia con passione ed impegno. La sua stretta non ha nulla degli abbracci formali di noi altri: ti stringe con forza ed energia per diversi minuti, quasi fino a toglierti il respiro… sono secondi lungi ma intensi, di corpi che si toccano, di mani che si accarezzano, avvinghiati l’uno all’altra. Forse è il modo con cui percepisce che ci sono, che sono lì per lei e che la proteggiamo. Di certo, è uno splendido modo per accogliere un nuovo giorno dalle mani della Vita e un balsamo prezioso da ricevere dopo una faticosa giornata di lavoro. Spasiba Daryna!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...