Stefano

È vero, gli occhi di una persona sono il riflesso della sua anima. E quelli di Stefano tradiscono una interiorità ricca e profonda, placida e serena.

Mi ricordano quei laghi che trovi in montagna ad alta quota: sono specchi d’acqua luminosi, che riflettono l’azzurro del cielo in modo intenso e brillante; tuttavia, sotto la superficie placida, si cela una profondità misteriosa ed ignota. Tu poi hai la fortuna di osservarli nelle belle giornate d’estate, in cui il sole sorride sul pelo dell’acqua: ma chissà cosa hanno visto nei giorni ventosi e gelidi d’inverno, quando il turbine incrina la superficie liscia e smuove i suoi abissi con forza ed energia. Chissà cosa ha patito quel lago quando la bufera soffiava forte ed i venti spazzavano la valle.

Sì, Stefano mi ricorda quel lago: la dolcezza e la timidezza dei modi riflette, come la superficie dell’acqua, l’azzurro del cielo, ma allo stesso tempo custodisce la profondità del suo animo e la ricchezza dei suoi pensieri.

Amo la serenità che percepisci incontrandolo: penso che sia un buon periodo per lui, che abbia trovato un suo equilibrio interiore, che gli regala un senso di benessere e di pace.  Molte cose nella sua vita sono andate “al giusto posto”: il lavoro, l’amore, le amicizie, gli impegni… Senti, parlando con lui, che le cose iniziano ad assumere una fisionomia definita e sensata. Non so quanto lui ne sia consapevole, ma, mettendo insiemi i pezzi delle sue esperienze, cominci ad individuare la cornice di un progetto di vita, lo sfondo su cui gradualmente prenderà forma il dramma della sua vita. Iniziano a definirsi le basi sulle quali costruirà la casa della propria esistenza: forse non ne è ancora pienamente conscio, ma da lontano i “lavori in corso” sono evidenti.

Stefano è una persona mite e determinata: lui si definirebbe “lento” ma la lentezza di cui parla è quel procedere attento e prudente di chi ama soppesare scelte e decisioni, di chi è abituato a tastare la terra sotto il suo piede prima di muovere il passo. Sì, il suo animo è pervaso da una complicata riflessività, da un tornare sulle cose con meticolosa premura, affinché prendano forma e consistenza sotto i suoi occhi.

Mi piace la curiosità che cogli nelle sue parole, quel porre domande ovvie ma mai scontate, quel suo lasciarsi interrogare da provocazioni e suggestioni. È bello dialogare con lui perché sai che le tue parole troveranno un terreno fertile: non sempre il seme attecchirà, Stefano sa essere selettivo ed esigente, ma sai che la tua parola troverà eco nella sua anima e che, se feconda, saprà generare cambiamento e crescita.

Vi è poi quella delicata timidezza, che tradisce la giovane età ed una maturità ancora acerba: quante insicurezze abitano il suo animo, a dispetto di una apparente tranquillità: sono le paure di chi, beato lui, affronta la vita per la prima volta ed accompagna ogni passo con immotivata preoccupazione.

Quanto trovo davvero affascinante è lo stupore con cui guarda alla vita, quella meraviglia che solo chi ha un animo semplice sa provare davanti all’incredibile spettacolo dell’esistenza. Stefano è capace di stupore, di spalancare gli occhi di fronte alle esperienze, per sorprendersi della ricchezza della vita. Lo senti sinceramente meravigliato per quanto gli accade, sorpreso che la vita possa essere così promettente… è consolante tutto questo, racconta di uno spirito nobile, roba d’altri tempi….

Ma forse il tratto che più lo contraddistingue (o che forse più colpisce i miei sensi) è la limpidezza del suo sguardo: i suoi occhi esprimono una delicata trasparenza ed una pacata semplicità. E questo penso sia frutto di diversi fattori: di una innata bontà d’animo, di una pratica consolidata alla riflessione e ad una disponibilità a guardare in faccia alle cose con franchezza e senza troppi giri di parole.

Sì, Stefano ama arrivare dritto alle cose, senza troppi complimenti o diplomazie. So che con la stessa determinazione e prudenza saprà accedere a quel tesoro, prezioso ed ancora inesplorato, che si porta dentro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...