scrivilo sui muri

Che bella Verona! Oggi, approfittando del tempo mite e della giornata assolata, ci siamo regalati una gita fuori porta nella cittadina veneta, in compagnia di cari amici. Tappa obbligata, insieme all’Arena, il balcone di Giulietta, dove una nuvola di persone si accalca per fare la foto con la statua della bella Giulietta e immortalare il famosissimo balcone, che ha ispirato sogni e fantasie di molti fidanzati. Sui muri del piccolo cortiletto interno in cui si trova la casa, una infinità di scritte, graffiti, post-it, bigliettini di innamorati, che celebrano così il loro amore. Non mancano ovviamente i consueti lucchetti, venduti dall’adiacente negozietto che offre anche una ringhiera metallica a cui agganciarli. Insomma un misto di esaltazione dell’amore e di imbrattamento di suolo pubblico…

È proprio vero che l’amore, soprattutto quando si è giovani, pare una cosa talmente fragile che sentiamo il bisogno di qualcosa di “duro” su cui scriverlo, quasi a proteggerlo o ad auspicarne la consistenza e la resistenza. L’amore ha bisogno di un muro su cui cementare il legame o di un lucchetto di ferro come vincolo robusto e stabile. Le volatilità e l’impalpabilità dei sentimenti che abitano i nostri cuori necessitano di cose coriacee capaci di sostenerle, come l’augurio che essi resteranno nel tempo, che non si scioglieranno come neve al sole, come scritte fatte sulla sabbia.

In fondo in fondo ho il sospetto che, tolta la crosta di sentimentalismo e di cinismo con cui ci nascondiamo e ci difendiamo, ognuno di noi ambisce, nel cuor suo, ad un amore scritto sui muri, perenne, solido come un lucchetto legato ad una ringhiera, indistruttibile. E spera che questo amore sia ben visibile dagli altri, ottenga un riconoscimento ed una approvazione da parte di chi vive con lui. L’esperienza ci fa consci che purtroppo non sempre è così, che esistono fallimenti, cadute, tradimenti ed infedeltà… e tuttavia tutto questo non placa l’ardimento del “per sempre”, come unico sfondo possibile sul quale possiamo mettere in scena il dramma della nostra storia di amore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...