raccontarsi

Ogni scrittura è sempre una invocazione al dialogo, un modo per rompere il muro della solitudine ed instaurare una relazione. Lo faceva notare, qualche giorno, fa un bravo scrittore, in una intervista.

Questo vale anche per quelle forme che, apparentemente, paiono più intimistiche ed autoreferenziali: penso alla scrittura diaristica o a quelle note che uno prende per sé stesso, alla raccolta di pensieri che non si intendono condividere. In questo caso, il “tu” cui ci si rivolge è lo stesso “io” che scrive, in una sorta di “auto-conversazione”. Penso che capiti più o meno la stessa cosa quando parliamo ad alta voce, rivolgendosi ad un interlocutore immaginario che, a ben vedere, siamo sempre noi stessi.  Attiviamo quella comunicazione grazie alla quale ciascuno di noi si racconta a se stesso attraverso le parole, esprimendo quanto gli frulla dentro, i propri pensieri, gli stati d’animo, le emozioni e le riflessioni.

In tal modo riconosciamo, implicitamente, che la parola è capace di metterci in relazione con noi stessi, aprirci spazi che non conoscevamo, illuminare parti del nostro vissuto che, privati della parola, resterebbero oscuri e sconosciuti.

Apprezzi con particolare intensità questo potere auto-rivelante della parola quando ti capita di riprendere tra le mani un testo che hai scritto tempo indietro: è davvero strana la sensazione di rileggere la tua esperienza come se appartenesse ad altri. Il tempo ha creato una distanza tra il tuo mondo interiore e la parola scritta, sicché essa ti si offre come la possibilità di guardarti dall’esterno, di osservarti da fuori e di analizzarti da lontano. Addirittura capita che ti sorprendi di quello che hai scritto, ti stupisci delle parole che hai scelto e delle espressioni che hai utilizzato, come se non fossero nate nella tua testa.

È singolare questa esperienza: guardarsi allo specchio dopo molto tempo e notare particolari che fino ad allora non avevano catturato la tua attenzione, parti di te che, grazie alla parola, sono venute alla luce.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...