la terra degli stranieri

“Sono straniero in terra altrui. Le mie abitudini, i miei vestiti, le mie credenze, il colore della mia pelle e chissà quante altre cose che io non noto sono diverse dalle persone che mi circondano. Mi sforzo al massimo eppure lo so che qualche volta, inconsapevolmente, faccio qualcosa di storto. Un inchino sbagliato in Thailandia, un bacio in pubblico in Marocco, chissà cosa qui in … Continua a leggere la terra degli stranieri

“voglio fare l’elogio”

“Contro la tendenza diffusa a lamentarsi sempre di tutto e di tutti, contro quella seminagione amara di scontento che diffonde scetticismo, risentimento e disprezzo, che si abitua a giudizi sommari e a condanne perentorie e getta discredito sulle istituzioni e sugli uomini e le donne che vi ricoprono ruoli di responsabilità, voglio fare l’elogio delle istituzioni. (…) Di tutti voglio fare l’elogio, a tutti desidero … Continua a leggere “voglio fare l’elogio”

la maestra

“Sono un’insegnante di una scuola superiore di Reggio Emilia, e attraverso quella risposta ho riflettuto su un episodio che mi è capitato proprio in questi giorni. Come spesso accade, incontro i genitori per parlare dei ragazzi. Un genitore di origine straniera è venuto da me, perché il figlio è appena passato nella mia classe dopo un ri-orientamento. Voleva conoscermi e parlarmi del figlio. Un genitore … Continua a leggere la maestra